Venerdì 23 ottobre

IDEE E PRATICHE INNOVATIVE DI INCLUSIONE SCOLASTICA. UN DIALOGO A PIÙ VOCI

L’uguaglianza delle possibilità di accesso all’istruzione e di partecipazione effettiva all’apprendimento rappresenta uno dei più elevati principi sanciti dalla nostra Costituzione. Un principio che fatica ancor oggi ad affermarsi appieno. Eppure nelle scuole si sviluppano tante idee e si praticano tante esperienze originali ispirate a tale principio. Quale potrebbe essere una didattica dell’inclusione sociale? Quali sono i principali ostacoli alla realizzazione di una scuola dell’inclusione per i giovani portatori di disabilità? E come rimuovere tali ostacoli? Inclusione sociale ed eccellenza dell’apprendimento sono in contrasto? Come recuperare le perdite nei processi di apprendimento verificatesi durante i mesi del lockdown delle scuole e della didattica a distanza?

LA FORMAZIONE CONTINUA NEL PRISMA DEL LAVORO

La contrazione del settore industriale e il peso crescente del terziario, le esigenze di modernizzazione della pubblica amministrazione, le trasformazioni dei processi produttivi, l’evoluzione dei mestieri, la presenza di forti rischi di disoccupazione e molti altri fattori stanno tracciando nuovi scenari e lanciano nuove sfide alle politiche di formazione continua dei lavoratori. Quali politiche, metodi e strumenti consentono alle imprese e alle pubbliche amministrazioni di elaborare iniziative formative e ai lavoratori di partecipare a percorsi che li abilitino sia nelle organizzazioni che nel mercato del lavoro? Quali diritti e tutele per garantire l’impiegabilità dei lavoratori in un contesto produttivo di rapida obsolescenza delle competenze? Quali sono le cause dell’arretrato posizionamento dell’Italia su scala internazionale? Quali fabbisogni di competenze informatiche ha evidenziato l’esperienza emergenziale dello smart working? La contrattazione collettiva e il bilateralismo possono favorire l’estensione e la qualificazione delle politiche di formazione continua?

ARCHIVIO

SCOPRI ALTRI MATERIALI SUL TEMA

Esperienze d’innovazione didattica inclusiva

ore 10:00 – 11:00

Introduce e coordina
Domenico Chiesa, CIDI

Il progetto Riconnessioni: educare il futuro
Ludovico Albert, Fondazione per la Scuola della Compagnia  San Paolo

Percorsi e processi: una scuola che impara dall’esperienza
Enrico Gallotto, Istituto Comprensivo Ilaria Alpi Torino

LA SCUOLA OLTRE L'EMERGENZA: INTERVENTO DELLA MINISTRA DELL’ISTRUZIONE ON. LUCIA AZZOLINA

ore 11:15 – 12:30

Introduce
Domenico Chiesa, CIDI

Marco Chiauzza, Dirigente scolastico Liceo A. Einstein Torino, Vicepresidente della FNISM (Federazione Nazionale Insegnanti)
Lucia Azzolina, Ministra dell’Istruzione – intervento video registrato

Proiezione di video a cura di AIACE

La formazione continua nel prisma del lavoro

ore 15:00 – 16:30

Introduce e coordina
Gian Carlo Cerruti, ISMEL

La formazione continua in Italia: un confronto internazionale
Michele Tuccio, OECD

La formazione continua e la nuova rivoluzione industriale
Patrizio Bianchi, Università di Ferrara

Nuove tecnologie, modernizzazione della pubblica amministrazione e formazione in Europa
Jacques Ziller, Università di Pavia

Esperienze di formazione continua

ore 16:30 – 17:15

Introduce e coordina
Gian Carlo Cerruti, ISMEL

Il caso Valeo SpA
Paolo Moro, Valeo Italy

La piattaforma digitale per la formazione nella pubblica amministrazione
Giacomo Balduzzi, Università del Piemonte Orientale

La formazione continua tra situazioni di crisi e strategie di sviluppo

ore 17:30 – 19:00

Introduce e coordina
Gian Carlo Cerruti, ISMEL

Corrado Alberto, API Torino
Tiziana Bocchi, Segretaria confederale UIL

Carlo Chiama, Confesercenti Torino
Roberto Mattio, AIDP Gruppo Piemonte

Massimo Richetti, Unione Industriale Torino
Tania Scacchetti, Segretaria confederale CGIL

segui il nostro canale Youtube

Replay

Presentazione della Settimana del Lavoro
LA SCUOLA OLTRE L’EMERGENZA: INTERVENTO DELLA MINISTRA DELL’ISTRUZIONE ON. LUCIA AZZOLINA
Imparare a (pre)vedere l’invisibile